Alice ci parla di AppassionArti

Il progetto di storia dell’arte ha aperto a me, così come ai miei compagni di viaggio, un mondo nuovo ricco di emozioni e stupore, vuoi per la maestosità e le dimensioni dei monumenti visitati, vuoi per la varietà di gusto architettonico riscontrati.

Il clima ha influito sull’approccio dei vari paesaggi perché, ad esempio, le giornate di sole hanno reso ancora meglio l’effetto ottico che ha permesso di cogliere giochi di luce speciali, mentre la giornata grigia e freddolosa ci ha meglio compenetrati nell’atmosfera del cimitero Vantiniano.

Per quanto concerne l’archeologia, e qui mi riferisco al Foro Capitolino, come ci è stato detto, bisogna fare un lavoro di concentrazione per immaginare cosa ci fosse al posto delle rovine e questo rende più personale il punto di vista di ognuno.

Il Duomo vecchio cattura l’attenzione per la sua forma circolare e la sensazione di profondità, essendo ubicato a più livelli; interessanti sono le scale superiori che portano alla ormai inesistente torre, anche qui a lasciarci immaginare uno scenario ormai scomparso.

 

Alice

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *