Oltre: riprende il gruppo dedicato ai familiari degli utenti

Il “Gruppo Familiari” riprende il suo cammino. L’iniziativa intende continuare ad offrire uno spazio di lavoro di gruppo dedicato ai familiari dei pazienti che afferiscono alla UOP 23 con l’intento di sostenere e facilitare il delicato ruolo parentale, tramite lo scambio di esperienze, l’informazione, il dibattito e il confronto.

Il luogo del gruppo si presta ad essere vissuto come spazio cognitivo in cui raccogliere ed elaborare informazioni pertinenti al disturbo del familiare; come spazio emotivo in cui poter esprimere le proprie ansie, difficoltà, dubbi, incertezze o convinzioni e come spazio di pensiero su di sé come soggetti impegnati in una personale e continua ricerca di senso.

Si vuole promuovere un coinvolgimento attivo, ma orientato, dei familiari che hanno un legittimo bisogno di supporto psicologico nella delicata e complessa gestione dei problemi emozionali e di comportamento che la convivenza con una persona portatrice di una sofferenza psichica comporta.

Il gruppo si svolgerà presso il CPS Brescia Sud in via Romiglia, nel periodo aprile – dicembre 2018, con ca

denza mensile.

Sarà condotto dalla dottoressa MT. Caldera, psicologa e psicoterapeuta e dall’educatrice professionale E. Gattoni.

Per informazioni rivolgersi al medico curante del CPS.

CALENDARIO INCONTRI

2018

  1. Giovedì 05 Aprile ore 19,30 – 21,30
  2. Giovedì 03 Maggio ore 19,30 – 21,30
  3. Giovedì 07 Giugno ore 19,30 – 21,30
  4. Mercoledì 27 Giugno ore 19,30 – 21,30
  5. Giovedì 26 Luglio ore 19,30 – 21,30
  6. Giovedì 23 Agosto ore 19,30 – 21,30
  7. Giovedì 20 Settembre ore 19,30 – 21,30
  8. Giovedì 18 Ottobre ore 19,30 – 21,30
  9. Giovedì 15 Novembre ore 19,30 – 21,30
  10. Giovedì 13 Dicembre ore 19,30 – 21,30

Gli incontri si terranno presso il C.D.A.P.

Conduttrici: dott.ssa MT Caldera – E.P. E.Gattoni

“Oltre il profumo dell’edera, trovo la possibilità di un pensiero. Le parole riempiono l’aria, i colori si mescolano mentre guardo oltre. Non vedo nulla che non sia già pensato, ma vedo molto di tutto ciò che non ho mai visto” (A.Sales)

Autore dell'articolo: Collaboratore Redazione